AGRICOLTURA.FINANZIAMENTI.LUNGO.TERMINEIl "Finanziamento Riequilibrio Agricoltura" è una opportunità per chi vuole realizzare una ristrutturazione finanziaria dellla sua azienda agricola o agrituristica. Si tratta di un finanziamento agricolo a medio-lungo termine che sostiene l'impresa nella ristrutturazione finanziaria dell'azienda, nella ricostituzione delle scorte e dei danneggiamenti per cause naturali.

Beneficiari sono le piccole imprese che operano in tutto il territorio nazionale nei settori agricolo, forestale, zootecnico - incluse le aziende che svolgono attività connesse e collaterali - nonchè per le imprese agrituristiche, sempre che l'attività risulti connessa, complementare e subordinata a quella agricola (che deve rimanere principale).

E' un finanziamento a medio-lungo termine, concesso ai sensi dell'art. 43 del D.Lgs n.385/93 e finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento, sia di esercizio che di miglioramento. Inoltre prevede l'anticipo pluriennale dei premi PAC.

Si puo' richiedere "finanziamento riequilibrio agricoltura" per sostenere progetti di: ristrutturazione finanziaria, ricostituzione danneggiati, ricostituzione delle scorte, anticipo pluriennale dei premi pac, consolidamento di passività onerose. Per progetti di investimenti e sviluppo sono previste ulteriori forme di agevolazioni finanziarie.

Massimale finanziamento: max 750.000 euro, per finanziamenti anticipo premi pac è finanziabile sino all'80% del premio spettante. Con ricorso ai fondi europei entro un limite massimo di 12.500.000 euro.

La tipologia di tasso applicata può essere fisso oppure variabile e lo spreed è in funzione del rating

La periodicità delle rate potrà essere di tre tipi: mensili, trimestrali o semestrali. La durata massima consentita da tale finanaziamento agricolo è in funzione della finalità dell'intervento e andrà da un minimo di 2 anni ad un massimo di 30 anni. Chiedi informazioni

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​


Agricoltura: finanziamento a lungo termine per riequilibrio e ristrutturazione finanziaria 

 

Il "Finanziamento Riequilibrio Agricoltura" è una opportunità per chi vuole realizzare una ristrutturazione finanziaria dellla sua azienda agricola o agrituristica.

Si tratta di un finanziamento agricolo a medio-lungo termine che sostiene l'impresa nella ristrutturazione finanziaria dell'azienda, nella ricostituzione delle scorte e dei danneggiamenti per cause naturali.

 

BENEFICIARI

Finanziamento Riequilibrio Agricoltura è pensato per le piccole imprese che operano nei settori:

  • agricolo,
  • forestale,
  • zootecnico
  • - incluse le aziende che svolgono attività connesse e collaterali
  • - nonchè per le imprese agrituristiche, sempre che l'attività risulti connessa, complementare e subordinata a quella agricola (che deve rimanere principale).

 

FINANZIAMENTO A MEDIO-LUNGO TERMINE


Si tratta di un finanziamento a medio-lungo termine, concesso ai sensi dell'art. 43 del D.Lgs n.385/93 e finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento, sia di esercizio che di miglioramento. Inoltre prevede l'anticipo pluriennale dei premi PAC.


Per durate sino a 5 anni e per tutte le finalità previste dal prodotto è possibile valutare l'opzione che consente di perfezionare l'operazione mediante sconto o rilascio di cambiale agraria.

 

PROGETTI E FINALITA' AMMESSE

 

Si puo' richiedere "Finanziamento Riequilibrio Agricoltura" per sostenere progetti di

 

- RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA,

- RICOSTITUZIONE DANNEGGIATI,

- RICOSTITUZIONE DELLE SCORTE,

- ANTICIPO PLURIENNALE DEI PREMI PAC

- CONSOLIDAMENTO DI PASSIVITÀ ONEROSE:

 

  • Ristrutturazione finanziaria
    (sostituzione finanziamenti di altre banche).
    Ogni finanziamento deve sostituire uno o più finanziamenti aventi il medesimo scopo agrario.
    L'importo del nuovo finanziamento può essere al massimo pari all'importo del debito residuo in essere del precedente finanziamento.

 

  • Anticipo pluriennale premi PAC con canalizzazione del contributo AGEA sul conto corrente accesso presso la banca.

  • Ricostituzione danneggiati/scorte:
    per ricostituire le scorte aziendali distrutte da calamità naturali
    (ad esempio: grandinate, gelate, trombe d'aria, ecc.),
    oltre a gravi epidemie (esempio: influenza aviaria, peste suina, ecc.),
    oppure fitopatologiche (esempio: flavescenza dorata della vite).
    In caso di successiva erogazione di un finanziamento agevolato con contributi pubblici, il finanziamento ordinario viene proporzionalmente ridotto ovvero estinto a seconda dell'importo del finanziamento agevolato.

 

  • Consolidamento passività onerose:
    per ripianare le esposizioni a breve termine,
    quali aperture di credito in c/c agrario e cambiali agrarie,
    oppure per consolidare i finanziamenti agrari a medio-lungo termine in regolare ammortamento mediante concessione di un nuovo mutuo a medio-lungo termine.

 

MASSIMALE FINANZIAMENTO

Finanziamento Riequilibrio Agricoltura può essere concesso

 

CON FONDI ORDINARI ENTRO UN LIMITE MASSIMO DI 750.000 EURO

con le seguenti modulazioni:

  • max 150.000 euro per finanziamenti danneggiati/scorte

  • max 500.000 euro per finanziamenti non assistiti da garanzie reali

  • max 750.000 euro per finanziamenti con garanzie reali

Per finanziamenti anticipo premi PAC:
è finanziabile sino all'80% del premio spettante con canalizzazione del contributo AGEA sul conto corrente acceso presso la Banca, per le operazioni sino a 5 anni.

 

CON RICORSO AI FONDI EUROPEI ENTRO UN LIMITE MASSIMO DI 12.500.000 EURO


Il finanziamento è cumulabile con eventuali interventi pubblici, purché l'ammontare complessivo non superi il 100% della spesa documentata.

 

TASSO E SPREED
La tipologia di tasso applicata può essere Fisso oppure variabile e lo spreed è in funzione del rating

 

RATE
La periodicità delle rate potrà essere di tre tipi:

  • Mensili;
  • Trimestrali
  • Semestrali

 

DURATA MASSIMA

La durata massima consentita da tale finanaziamento agricolo è in funzione della finalità dell'intervento e andrà da un minimo di 2 anni ad un massimo di 30 anni.

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI